venerdì 20 ottobre 2017

Recensione #141 - Guardiani della Galassia: Serie Oro vol. 1

Buongiorno, lettori! Come state?
Oggi vi parlo di un fumetto, cosa molto rara per me!




Titolo: The darkest part of the forest

Storia: Brian Michael Bendis

Illustrazioni (matite, chine, colori): Steve McNiven; Sara Pichelli; John Dell; Mark Morales; Justin Ponsor

Data di pubblicazione: 2017

Editore: Marvel

N° di pagine: 141

Prezzo: €8,99

Link per l'acquisto: Amazon

Trama: Contiene Guardiani della Galassia 0.1, con la storia d'origine di Star-Lord; Vendicatori Cosmici #1, #2, #3, dove i guardiani e Iron Man proteggono la Terra da un attacco alieno; I vendicatori del domani, con avventure singole dei guardiani e il loro riunirsi per una nuova avventura.






In realtà non so bene come approcciarmi alla recensione di un fumetto, però volevo parlarne lo stesso sul blog.
Adoro i film di James Gunn sui Guardiani, mi hanno fatto tornare l'amore per i film. Non sono mai stata una lettrice accanita di fumetti, ma volevo leggere la storia originale dei guardiani, e quando ho trovato questo in biblioteca, l'ho preso subito.
Come ho scritto nella trama, ci sono le prime tre parti di Vendicatori Cosmici, dove i guardiani si trovano ad affrontare, assieme ad Iron Man, un attacco alla Terra, e poi I vendicatori del domani, quando, dopo essersi divisi, i guardiani tornano ad essere un gruppo.
Purtroppo, niente Yondu (lo Yondu dei fumetti era diversissimo e faceva parte degli originali guardiani della galassia. So che nei fumetti c'è un nuovo Yondu, ma qui non è presente). Ma ho trovato comunque interessante la lettura. 
Per quanto riguarda la storia, era quello che, da ignorante neofita, mi aspettavo da un fumetto di supereroi. Quindi un'avventura veloce, interessante, e forse non del tutto originalissima; c'è un sottofondo politico che viene esplorato, e spero che nei prossimi numeri (se riuscirò a trovarli e a leggerli) sarà una parte importante quanto in questo, perché è quello che ha catturato di più la mia attenzione.
I personaggi hanno un carattere simile a quello dei film, almeno per quanto riguarda questo fumetto. Poi non so se cambia drasticamente. Però, proprio come nei film, ho adorato il mio piccolo, arrogante Rocket e Gamora, che anche qui è tostissima. Grazie al cielo non c'è un fondo di romanticismo tra lei e Star Lord, perché nei film non mi era piaciuto per nulla. E poi Groot! Per fortuna la dinamica tra Groot e Rocket non è cambiata, e si vede che Rocket si preoccupa molto per l'altro.
Alla fine sono sempre i personaggi che amo, anche se un pochino diversi. Mi aspettavo che fossero davvero completamente due cose diverse, e pensavo non mi sarebbe piaciuto, ma alla fine mi sono dovuta ricredere.
Quello che forse mi è piaciuto meno, ed è una delle cose che non mi fa leggere fumetti, è il fatto che ci sia solo Gamora come personaggio femminile nei guardiani. Okay, c'è anche Freya, al consiglio, ma tutti gli altri sono uomini ed è fastidioso ed irrealistico. No, davvero. Non ha alcun senso. C'è sempre e solo una ragazza nei vari gruppi di super eroi che conosco. Nel film hanno rimediato aggiungendo Nebula e Mantis, almeno!
PEr uanto riguarda i disegni... Boh, io con lo stile americano ho un po' un amore-odio. Alcune tavole mi sono piaciute davvero tanto, sia come tratti che come colori, altre invece parevano proprio fatte male! E in I vendicatori del domani lo stile era diverso, mi ha dato più l'idea di uno sketch. Ma Gamora era fighissima come sempre, quindi fa lo stesso (li vedete gli occhi a cuoricino? Sì? Sì.)
Nel complesso, penso che farò in modo di leggere più fumetti. Per ora ne posseggo solo due di Deadpool, ma voglio "espendere i miei orizzonti". Non si è rivelata affatto la lettura noiosa che mi aspettavo, anzi!



giovedì 19 ottobre 2017

Recensione #140 - The darkest part of the forest

Buongiorno a tutti! Oggi vi parlo dell'ultimo libro che ho letto.



Titolo: The darkest part of the forest

Autore: Holly Black

Data di pubblicazione: 2015

Editore: Indigo

N° di pagine: 324

Prezzo: €7,58

Link per l'acquisto: Bookdepository / Amazon

Trama: Children can have a cruel, absolute sense of justice. Children can kill a monster and feel quite proud of themselves. A girl can look at her brother and believe they’re destined to be a knight and a bard who battle evil. She can believe she’s found the thing she’s been made for.
Hazel lives with her brother, Ben, in the strange town of Fairfold where humans and fae exist side by side. The faeries’ seemingly harmless magic attracts tourists, but Hazel knows how dangerous they can be, and she knows how to stop them. Or she did, once.
At the center of it all, there is a glass coffin in the woods. It rests right on the ground and in it sleeps a boy with horns on his head and ears as pointed as knives. Hazel and Ben were both in love with him as children. The boy has slept there for generations, never waking.
Until one day, he does…
As the world turns upside down, Hazel tries to remember her years pretending to be a knight. But swept up in new love, shifting loyalties, and the fresh sting of betrayal, will it be enough?





“Once, there was a girl who vowed she would save everyone in the world, 
but forgot herself.”


Per me è sempre difficile parlare di un libro che mi è piaciuto, soprattutto quando mi è piaciuto così tanto. Non riesco a mettere i pensieri in frasi che abbiano senso!
Quando Julienne mi ha regalato questo libro non sapevo cosa pensare. So che Holly Black piace a molti, ma non sapevo se mi sarebbe piaciuto. Come ho detto con Wings, in realtà non leggo molti libri con le fate. Questo romanzo potrebbe aver cambiato le cose!

Hazel vive a Fairfold, una strana cittadina in cui gli abitanti devono convivere con le fate. Le creature solitamente lasciano in pace gli abitanti e se la prendono con i turisti, ma le cose cambiano in fretta. 
Nella foresta c'è una bara di vetro, dove un giovane dorme indisturbato da generazioni. È una fata, forse un principe, forse malvagio; i bambini si inventano storie su di lui. Perché è lì? Nessuno lo sa. Tant'è che nessuno è mai riuscito a liberarlo. Quando la bara viene aperta, la relazione tra le fate e gli abitanti di Fairfold peggiora, e solo Hazel potrebbe riuscire a cambiare le cose.
Era da un bel po' che non trovavo un personaggio femminile che mi piacesse davvero. C'era sempre qualcosa che non mi piaceva. Hazel invece mi ha fatto tornare ad amare un certo tipo di protagonisti. È certamente una ragazza forte, coraggiosa, una guerriera. Ma nel corso del libro vediamo anche le sue debolezze, i suoi desideri, la vediamo piangere ed avere paura. Cosa che la rende molto più umana e interessante rispetto a quei personaggi femminili che ci sono ultimamente: ragazzine perfette senza difetti, abili in qualsiasi cosa facciano, tanto che Mary Sue può solo inchinarsi rispettosamente. Hazel bilancia la sua forza e la sua debolezza in modo credibile.
Rischio di fare parecchi spoiler se non sto attenta, e non voglio. Devo dire però che gli incontri tra Hazel e le fate sono stati particolari ed interessanti, e che nessun tipo di consiglio o regola può aiutarti quando il tuo mondo è in pericolo.
Le fate qui non sono benigne. La maggior parte sono crudeli, malvagie, assetate di sangue. Le altre sono per lo più in campo neutro, un grigio che tende al nero più scuro. Le benedizioni che elargiscono sono piuttosto maledizioni, le loro parole non sono mai interamente veritiere. In certi punti sono davvero terrificanti nella loro indifferenza al destino umano e nel loro rallegrarsi per i dolori causati a vari malcapitati. Anche le loro descrizioni li rendono così diversi, sinistri. Ho adorato questo tipo di dettagli e il cercare di capire come stessero usando Hazel.
Un altro personaggio che mi è piaciuto davvero tanto è stato Ben. E forse mi sono legate più a lui che alla sorella. Il dono che gli è stato dato dalle fate per lui è una maledizione, lo odia, cerca in tutti i modi di non utilizzarlo. Ha paura di ciò che potrebbe fare utilizzandolo. Come Hazel, anche lui è esplorato davvero bene. Coraggioso quanto Hazel, ma allo stesso tempo molto diverso. Il suo desiderio non è quello di diventare un guerriero, di essere forte. Quello che davvero desidera è colmare un vuoto che pare impossibile colmare quanto la possibilità che il principe delle fate contraccambi il suo amore.
Una cosa che mi è davvero piaciuta è stata il rapporto tra Ben, il fratello maggiore di Hazel, ed Hazel stessa. C'è sicuramente quella rivalità tipica tra fratelli, ma in entrambi vediamo il desiderio di poteggere l'altro a tutti costi, anche mentendo e mantenendo segreti pericolosi. È un legame forte, anche se sono divisi da un muro di menzogne che a poco a poco dovranno distruggere. Un pochino mi ha ricordato mia sorella e me, anche se non abbiamo segeti così grandi a dividerci.
Il personaggio su cui sono stata un po' più inscura, all'inizio, è stato proprio il giovane principe delle fate. All'inizio era davvero strano, ambiguo come il resto della sua razza, non capivo se era lui ad essere malvagio o chi gli dava la caccia. Poi tutto ha avuto un senso.
Per quanto riguarda la storia, l'ho trovata interessante e "nuova": insomma, è molto diversa da quello che leggo di solito, quindi può essere stato anche questo. Ma ad un certo punto c'è un plot twist che mi ha lasciata inebedita. Giuro che non me lo aspettavo, ed è una cosa che mi ha fatto piacere. Ultimamente, leggendo un libro capisco già cosa accadrà dopo per filo e per segno...
Il tutto è scritto molto bene. Lo stile di scrittura è fluido e mi ha catturata fin da subito, e inseme alla storia ha fatto sì che divorassi questo libro in pochi giorni, pur con poco tempo a disposizione!



mercoledì 18 ottobre 2017

WWW Wednesday #40





Rubrica ideata dal blog Should be Reading con
l'intento di
riportarvi le nostre letture concluse, in corso e future.



-What are you currently reading?


Sto leggendo The darkest part of the forest di Holly Black. Lo sto terminando, e ve ne parlerò domani con una recensione.

Trama: Children can have a cruel, absolute sense of justice. Children can kill a monster and feel quite proud of themselves. A girl can look at her brother and believe they’re destined to be a knight and a bard who battle evil. She can believe she’s found the thing she’s been made for.
Hazel lives with her brother, Ben, in the strange town of Fairfold where humans and fae exist side by side. The faeries’ seemingly harmless magic attracts tourists, but Hazel knows how dangerous they can be, and she knows how to stop them. Or she did, once.
At the center of it all, there is a glass coffin in the woods. It rests right on the ground and in it sleeps a boy with horns on his head and ears as pointed as knives. Hazel and Ben were both in love with him as children. The boy has slept there for generations, never waking.
Until one day, he does…
As the world turns upside down, Hazel tries to remember her years pretending to be a knight. But swept up in new love, shifting loyalties, and the fresh sting of betrayal, will it be enough?





-What did you recently finish reading?


Ho letto e recensito Wings di Aprilynne Pike, che non ho poi trovato malaccio. Se volete, potete leggere la mia recensione QUI

Trama: Laurel ha quindici anni, ama la Natura, e al pranzo in mensa preferisce i picnic sull'erba. Si è sempre sentita diversa dalle sue coetanee, ma si rende conto di essere davvero speciale solo quando, una mattina d'autunno, un evento inspiegabile sconvolge la sua vita per sempre. Profondamente turbata, si confida con il suo dolcissimo compagno di classe David. Ma proprio quando la loro amicizia si sta trasformando in qualcosa di più, Laurel incontra Tamani, un ragazzo dal fascino magnetico, che le rivela una verità incredibile. Da quel momento, Laurel si trova sospesa tra due mondi e divisa tra due amori – uno umano e l'altro immortale










-What do you think you'll read next?


Chi mi segue su Tumblr (totalmente slegato da questo blog) sa che adoro i due film di James Gunn, Guardians of the Galaxy Vol. 1 e Guardians of the Galaxy Vol. 2. Non sono una grande lettrice di fumetti. Veramente, non ne leggo quasi mai. Ma appena ho visto questo in biblioteca ho deciso di prenderlo in prestito. Grazie a Tumblr so parecchie cose delle varie storie e degli universi nei fumetti, ma volevo leggero per conto mio e ora ne ho la possibilità. Questo è Guardiani della Galassia – Serie OroVendicatori cosmici















E voi? com'è il vostro WWW?

martedì 17 ottobre 2017

Libri consigliati per... #14 - Speciale Halloween




In Libri consigliati per... consiglio dei libri a dei personaggi di libri, serie tv o film in base al loro carattere!

Nota bene: il fatto che io li consigli non significa che li ho per forza letti. A volte può capitare che io mi fidi delle recensioni di Goodreads e/o Amazon e che le scelga in base alla storia, che potrebbe piacere al personaggio.


Che bello poter riprendere in mano questa rubrica! Mi mancava consigliarvi dei libri da leggere. Questo di oggi è un post speciale: non ho scelto i libri in base ad un personaggio, ma per la festa di Halloween, che è il 31 di ottobre. Ho scelto dei libri a tema, ma comunque diversi l'uno dall'altro.




Titolo: The Secret of Sleepy Hollow

Autore: Andi Marquette

Editore: Ylva Publishing

Link per l'acquisto: Amazon / Ylva Publishing


Trama:  Tabitha "Abby" Crane, a doctoral student working on her thesis, doesn't allow herself much time outside academia. Fortunately, she's managed to squeeze in a research trip over Halloween weekend to the historical society of Sleepy Hollow, New York, where she hopes to uncover new research on the notorious town's most infamous legend - that of the headless horseman. But she has a personal stake in this trip: Abby's own ancestor, Ichabod Crane, disappeared mysteriously over two hundred years ago, perhaps at the hands of the ghostly horseman.
Abby has no reason to expect anything of Sleepy Hollow beyond immersing herself in archival collections and enjoying its Halloween festivities, but then she crosses paths with Katie, who makes her head spin and her heart pound. When Katie invites her on a nighttime visit to the glen where the horseman allegedly rides, Abby can't say no, upending her plans for a quiet research retreat. And when Abby and Katie , who has her own ties to the famous story, find what may be the key to the disappearance of Ichabod Crane all those years ago, love, legend, and magic intermingle, making clear that Sleepy Hollow has plans of its own for yet another Crane.


Questo libro ve lo avevo consigliato anche l'anno scorso. Essendo uno dei miei preferiti, non c'è da stupirsi. (QUI trovate la mia recensione). È un lesbian romance con temi sovrannaturali che riprende la storia del cavaliere senza testa. L'anno passato ho fatto un approfondimento riguardo alla storia originale che potete trovare QUI





Titolo: IT

Titolo originale: IT

Autore: Stephen King

Editore: Sperling & Kupfer

Link per l'acquisto: Amazon 

Trama: A Derry, una piccola cittadina del Maine, l'autunno si è annunciato con una pioggia torrenziale che sembra non finire mai. Per un bambino come George Denbrough, ben coperto dal suo impermeabile giallo, il più grande divertimento è seguire la barchetta di carta che gli ha costruito il fratello maggiore Bill. Ma le strade sono sdrucciolevoli e George rischia di perdere il suo giocattolo, che infatti si infila in un canale di scolo lungo il marciapiede e sparisce nelle viscere della terra. Cercare di recuperarlo è l'ultimo gesto di George: una creatura spaventosa travestita da clown gli strappa un braccio uccidendolo. A combattere It, il mostro misterioso che prende la forma delle nostre peggiori paure, rimangono Bill e il gruppo di amici con i quali ha fondato il Club dei Perdenti, sette ragazzini capaci di immaginare un mondo senza mostri. Ma It è un nemico implacabile e per sconfiggerlo i ragazzi devono affrontare prove durissime e rischiare la loro stessa vita. E se l'estate successiva, che li ritrova giovani adulti, sembra quella della sconfitta di It, i Perdenti sanno di dover fare una promessa: qualunque cosa succeda, torneranno a Derry per combattere ancora.


Questo l'ho messo se volete andare un po' più sul classico. Io, personalmente, non ho mai letto nulla di Stephen King. Forse dovrei seguire il mio stesso consiglio e rimediare leggendo questo libro!





Titolo: I secreti di Coldtown

Titolo originale: The coldest girl in Coldtown

Autore: Holly Black

Editore: Mondadori

Link per l'acquisto: Amazon 

Trama: Ti svegli la mattina dopo una festa: sei stesa in una vasca da bagno, la tenda tirata, intorno un profondo silenzio.
Gli altri staranno ancora dormendo? Quando ti alzi e giri di stanza in stanza, scopri che durante la notte è successo qualcosa di tremendo. Legato a una sedia, trovi un misterioso ragazzo dagli occhi rossi. Vicino a lui, vivo e ammanettato, c'è Aidan, il tuo ex: appena provi a liberarlo, ti assale in preda a una fame atavica.
Tutto questo non è normale, neppure se ti chiami Tana e sei nata in un mondo molto simile al nostro, un mondo in cui le persone si trasformano in mostri assetati di sangue e vivono confinati nelle Coldtown. Li chiami vampiri, ma potrebbero avere anche altri nomi. Molti di loro sono celebrità, li trovi ogni sera in televisione: tutti i canali trasmettono in diretta le loro feste più trasgressive. Ora non puoi più evitarli, e hai solo ottantotto giorni per salvarti: ma a quanto sei disposta a rinunciare per tenere in vita ciò che non vuoi perdere?
 


Sarà perché sto leggendo un libro di Holly Black ora, in lingua originale, ed adoro il suo stile e la storia. Comunque, mi sento di consigliarvi questo libro.





Titolo: Malombre

Autore: Autori Vari

Editore: Dunwich Edizioni

Link per l'acquisto: Amazon (cartaceo) / Amazon (kindle)

Trama: Noi cambiamo, e lo stesso fanno le nostre ombre; che però sono sempre lì, fedeli, ineludibili, a volte consolatorie, più spesso debilitanti, quando non devastanti. E se tanto ci piace raccontarle, o ascoltare le loro voci, non è affatto per esorcizzarle, per quanto non manchi chi continua a sostenerlo. Per ogni ombra che lascia la nostra fantasia un'altra ne prende immediatamente il posto. Deve farlo, perché a essere davvero intollerabile è il vuoto. (Nicola Lombardi). Contiene i seguenti racconti: "Le pietre nere" di Danilo Arona, "Pezzi" di Andrea Biscaro, "L'autunno dei sospiri" di Luigi Boccia, "La sposa rubata" di Cristian Borghetti, "Le tenebre del corpo" di Pietro Gandolfi, "Musi gialli" di Samuel Giorgi, "Prigionieri" di Diego Matteucci, "Tutor" di Alessandro Morbidelli, "Matrimonio di sangue" di Daniele Picciuti, "La baita" di Simonetta Santamaria, "Blocco creativo" di Christian Sartirana.


Questo è da un po' che vorrei comprarlo e leggerlo, ma come molti libri, per qualche motivo non l'ho ancora preso. Peccato, perché mi pare davvero intrigante!




Voi avee già deciso se leggerete qualche libro a tema? Quali?

lunedì 16 ottobre 2017

Recensione #139 - Wings

Eccomi con una nuova recensione! Questa volta si tratta di un libro che per genere è molto più nelle mie corde. Ho abbandonato praticamente tutte le reading challenges tranne una, così sono di nuovo libera di leggere quello che mi pare.





Titolo: Wings

Titolo Originale: Wings #1. Wings

Autore: Aprilynne Pike

Data di pubblicazione: 2013

Editore: Pickwick

N° di pagine: 310

Prezzo: €9,90

Link per l'acquisto: Amazon 

Trama: Laurel ha quindici anni, ama la Natura, e al pranzo in mensa preferisce i picnic sull'erba. Si è sempre sentita diversa dalle sue coetanee, ma si rende conto di essere davvero speciale solo quando, una mattina d'autunno, un evento inspiegabile sconvolge la sua vita per sempre. Profondamente turbata, si confida con il suo dolcissimo compagno di classe David. Ma proprio quando la loro amicizia si sta trasformando in qualcosa di più, Laurel incontra Tamani, un ragazzo dal fascino magnetico, che le rivela una verità incredibile. Da quel momento, Laurel si trova sospesa tra due mondi e divisa tra due amori – uno umano e l'altro immortale






La giovane Laurel è una ragazza particolare: il suo corpo riesce ad ingerire solo frutta e verdura, non mostra i segni tipici dello sviluppo della sua età, e ha passato tutta la sua vita a studiare a casa. Ora che si sono trasferiti, i genitori la fanno andare in una scuola normale, cosa che certamente la destabilizza. Ma non quanto quello che succede improvvisamente al suo corpo e che la porterà a scoprire chi è davvero e qual è la sua missione.
Allora, devo dire che le fate non sono esattamente il mio forte. Penso che questo (assieme al libro che recensirò giovedì) sia il primo che leggo a riguardo, se non si contanto i libri di Shadowhunters in cui le fate comunque appaiono.
Questo libro era di mia sorella, e non mi ricordo perché l'ho messo nella mia TBR sinceramente. Riguardandolo, il fatto che ci sia un commento di Stephanie Meyer non prometteva nulla di buono (odio profondo per Twilight e compagnia bella), ma alla fine non si è rivelato malaccio. Oddio, non una bellissima lettura, ma non lo schifo che pensavo.
Di solito parlando di fate si ci concentra sul loro essere creature ambigue, di solito piuttosto malvagie e manipolatrici. Aprilynne Pike ha deciso invece di rivisitare la cosa, facendole diventare fondalmente buone, per ora, e mettendole a difesa del loro regno. Le ha anche descritte in modo diverso, rendendole molto meno umane e più legate alle piante. È un concetto interessante che però la Pike utilizza in modo strano. Molto, molto strano. Di fatto, l'episodio che scatena tutta la catena di eventi successivi è la cresciuta di un fiore sulla schina di Laurel.
Le fate, in questo libro, sono anche divise in quattro categorie, derivate dalla stagione in cui sono nate, ed hanno caratteristiche particolari limitate solo alle fate nate in una certa stagione. Non mi pare di aver mai letto una cosa del genre in giro, e mi pare piuttosto interessante (ma, come ho detto, non sono molto ferrata sulle fate).
Le altre creature presenti sono invece i Troll. Non so se è per via del fatto che il libro è diretto a persone piuttosto giovani o se la scrittrice proprio non sa descriverli bene, ma a me non sono sembrati la metà terrificanti di quello che dovrebbero essere e di come li pensavano i personaggi. In questo ambito avrebbe potuto fare molto meglio.
Parliamo invece dei personaggi. La protagonista, Laurel, all'inizio non mi è piaciuta molto: sembrava la tipica ragazza perfettina, senza brufoli, senza nessun tipo di problema, una sorta di fotomodella con voti perfetti e  una vita fantastica. Impossibile, per una quindicenne. lmeno per quelle normali. Tutto ha comunque un senso andando avanti, per quello che è e per quello che può fare.
I due amori sarebbero David e Tamali. Io non capisco questa cosa degli inutili triangoli amorosi nei YA. Non possono essere poly e farla finita? No? Peccato.
David sarebbe il ragazzino umano, che è sempre gentile e premuroso nei confronti di Laurel, e che l'aiuta in ogni momento. Tamali invece è una sorta di guardia del corpo/stalker che mi è stato sullo stomaco per tutto il libro. No, seriamente, ogni parola che dice (specie un uno specifico episodio, al loro primo incontro), il comportamento di Tamali verso Laurel non mi è piaciuto per nulla. Eppure ho il bruttissimo sospetto che "sceglierà" lui. Uff.
Il libro è piuttosto breve e si legge abbastanza velocemente, senza problemi. Ho trovato lo stile di scrittura un pochino scialbo, ma comunque leggibile.
Forse quello che mi ha lasciato più "meh" di tutto il resto è stato proprio il finale. Ma di quello ero a conoscenza per via delle altre recensioni, quindi fa lo stesso. Non credo che leggerò il secondo volume della serie molto presto, ma ho intenzione di farlo per vedere come va.



domenica 15 ottobre 2017

Segnalazioni #29 - Uscite di Ottobre per Leone Editore




Con piacere, oggi vi accolgo con le novità per questo mese per Leone Editore!




Titolo: Far West

Autore: Sonia Morganti

Collana:  SÀTURA

ISBN: 978-88-6393-422-9

Pagine: 296

Data di uscita: 19 ottobre 2017

Prezzo: €12,90

Link per l'acquisto: Amazon 






UN MONDO DISTRUTTO
DALLA CRISI ENERGETICA


UN NUOVO FAR WEST
DOVE VALE SOLO
LA LEGGE DEL PIÙ FORTE


Qualcuno o qualcosa gli si gettò addosso e lo fece cadere da
cavallo. Fu su di lui stringendogli la gola tra le mani. Dennis
frappose le ginocchia tra sé e l’aggressore, il fumo gli irritava gli
occhi e non riusciva né a vedere né ad afferrare il coltello.
Sentiva Jane chiamare il suo nome, cercarlo e, intanto, sparare.
«Ti piace giocare al grande capo indiano, eh?» Il livore, ancor
prima della voce, tradì l’identità dell’aggressore.


2060. Dennis, un nativo americano che ha lasciato la riserva per studiare in una delle più prestigiose università del paese, sta per laurearsi in ingegneria. Ma mentre si trova alla festa di laurea del suo migliore amico Frederick, viene sorpreso da una notizia sconcertante: si è esaurito il petrolio a livello mondiale, e nessuno dei paesi civilizzati è preparato a fronteggiare l’emergenza. Dennis, prevedendo lo scatenarsi del panico, decide di tornare dalla sua famiglia nella riserva, per affrontare così le conseguenze della crisi energetica, che rendono presto le città sempre più invivibili. Maniaci assetati di potere, intrighi politici e separatisti pronti a tutto sono solo alcuni dei pericoli di questo nuovo mondo, un far west in cui la legge del più forte sembra poter soffocare persino quella, eterna, dell’amore.


L'AUTORE


Sonia Morganti si occupa di strutture ricettive e valorizzazione del territorio, ha una laurea in
legge e una grande passione per l’archeologia, l’astronomia e il trekking. Scrive soggetti per storie a fumetti, contenuti di siti web e articoli, ma soprattutto è una lettrice esigente ed entusiasta. Nel 2015 ha pubblicato, sempre con Leone Editore, il romanzo storico Calpurnia – L’ombra di Cesare.





Titolo: Come foglie nell'acqua

Autore: Claudio Benazzoli

Collana:  MISTÉRIA

ISBN: 978-88-6393-425-0

Pagine: 196

Data di uscita: 19 ottobre 2017

Prezzo: €11,90

Link per l'acquisto: Amazon 






UN MINUSCOLO PAESINO
UN BRUTALE OMICIDIO
UN COLPEVOLE ANNUNCIATO
QUALE MALE SI NASCONDE PER LE STRADE DI ANFO?

Ora capisco perché così tanti uomini fatti abbiano preferito tenersi a rispettosa distanza formando 
quell’arco che sembra tracciato da un enorme compasso. Esattamente al suo centro, illuminato da una luna troppo grande, un uomo a terra pare dormire, con la testa a due spanne dall’acqua e i piedi puntati verso il paese e la chiesa. Nessun suono di campana avrebbe più potuto destarlo da quel sonno tanto tenace.


1890. Ezio Bonometti è il maestro della scuola di Lemprato, sul lago d’Idro, in Lombardia, e si è fatto una certa reputazione nel circondario per le sue capacità come investigatore. Dopo aver visitato alcuni parenti della moglie ad Anfo, Ezio riceve un messaggio in codice proprio dal prete del paese, don Adriano, che gli chiede di recarsi da lui il prima possibile, tenendo però il più stretto riserbo. Con la scusa di passare una mattinata con loro a pescare, Ezio torna dai parenti acquisiti e incontra don Adriano, il quale, pur mostrandosi decisamente preoccupato, rimane molto vago sui motivi della sua apprensione, limitandosi a riferire di un misterioso «male» che si starebbe diffondendo nel paesino. All’inizio Ezio tende a non fidarsi granché delle parole del prete, ma quando la pace di Anfo viene sconvolta da un efferato omicidio di cui viene accusato Luca, il cugino della moglie, si trova costretto a tentare di sbrogliare la matassa di segreti che lega l’uno all’altro tutti gli abitanti del villaggio, e che sembra essere l’unica chiave per scagionare – o condannare – Luca.


L'AUTORE


Claudio Benazzoli è nato il 27 agosto 1961 a Brescia e si è laureato in ingegneria elettronica a Pavia nel 1989. Dal 2010 ha scritto cinque romanzi, tutti con lo stesso protagonista, il maestro Ezio Bonometti, e diversi altri racconti e romanzi brevi. Dal 2013 scrive poesie, che nel tempo sono andate a formare un corpus di oltre 450 componimenti.





Titolo: William Wilson

Autore: Edgar Allan Poe

Collana:  GEMME

ISBN: 978-88-6393-424-3

Pagine: 84

Data di uscita: 19 ottobre 2017

Prezzo: €6

Link per l'acquisto: Amazon 






Cortoromanzo classico
Testo originale a fronte


Le ampie e pesanti porte pieghevoli dell’appartamento si spalancarono di colpo, con tanta forza e velocità da spegnere, come per magia, tutte le candele nella stanza. Lo svanire della luce ci consentì di percepire appena l’ingresso di uno straniero, alto pressappoco come me e ben infagottato in un mantello.


Il narratore di questa storia, che usa lo pseudonimo di William Wilson, descrive gli eventi della sua giovinezza. William incontra nella sua scuola un altro ragazzo che ha il suo stesso nome e gli assomiglia molto, e che è persino nato lo stesso giorno. Questo secondo William Wilson interferisce con l’autorità che il narratore esercita sui suoi compagni, diventando per lui oggetto di paura e competizione, finché una notte questi decide di intrufolarsi nella camera del suo rivale. Illuminandogli il viso con una lampada, il narratore crede di vedere un William Wilson diverso, e, terrorizzato, fugge dalla stanza.


L'AUTORE


Edgar Allan Poe (Boston, 1809 – Baltimora, 1849) è tra i più grandi autori americani ottocenteschi. Precursore del romanzo poliziesco e di Conan Doyle, è anche narratore di gusto e carattere neogotico. Tra i suoi celebri racconti possiamo ricordare I delitti della rue Morgue, Il pozzo e il pendolo e Il cuore rivelatore.

sabato 14 ottobre 2017

Segnalazione #28 - Astro Edizioni






Ciao a tutti! Inauguro questa nuova collaborazione con Saper Scrivere, agenzia letteraria, proponendovi tre opere davvero interessanti pubblicate da Astro Edizioni. Personalmente, adoro le copertine!




Titolo: Dream Hunters. Il ponte illusorio

Autore: Myrian Benothman

Collana:  Fantasy

Editore: Astro Edizioni

ISBN: 978-8899768133

Pagine: 276

Data di uscita: 21 Novembre 2016

Prezzo: €10 (cartaceo) / €3,99 (kindle)

Link per l'acquisto: Amazon (cartaceo) / Amazon (kindle)




Credici, sempre. E ciò che desideri si avvererà.


L’idea di base del romanzo è semplicemente unica e l’ho davvero apprezzata, con tutte le sue molteplici sfaccettature.”

MP Black official

“Dal linguaggio alla trama, Myriam Benothman sembra aver creato il romanzo perfetto per tutte le età.”
La ladra di libri

 “Un viaggio nel mondo delle favole, un fantasy emozionante e pieno di colpi di scena.”
Gli scrittori della porta accanto


TRAMA



Cosa faresti se scoprissi di poter cambiare il corso delle fiabe?
Sophie ha 17 anni e vive a Parigi con il padre. In apparenza una ragazza come tante, finché non si imbatte in un antico libro di favole ed è vittima di un’allucinazione.
Hanno così inizio i suoi sogni vividi e surreali, ambientati in una dimensione popolata da personaggi incantati. La sua vita si sdoppia su binari paralleli che finiscono per confondersi tra loro, con risvolti inaspettati sul mondo reale.
Integerrimi principe azzurri e ingenue principesse. O quasi. Un amore avventuroso e proibito. Una presenza oscura in cerca di riscatto.
Finalista del Premio Cittadella 2017 per il miglior fantasy dell’anno, Il ponte illusorio è il primo volume della trilogia Dream Hunters. Una favola moderna adatta a tutte le età, che trascina il lettore in un sogno a occhi aperti, riportando a galla emozioni dimenticate.


L’AUTORE


Myriam Benothman, italiana nata a Tunisi, è cresciuta a Roma in una famiglia multiculturale. Quadrilingue con il pallino delle sfide, è la più giovane matricola nella storia dell’università La Sapienza.
Si laurea in Scienze politiche e Relazioni internazionali e intraprende una brillante carriera nel mondo del marketing e della comunicazione, diventando Global Head of Digital & CRM in Bulgari (Gruppo LVMH).
Il nonno Alberto Perrini – premiato autore teatrale, critico letterario e giornalista – la invita a coltivare sin da piccola la passione per la scrittura, così lei si dedica alle fanfiction su internet. Pubblicati sotto pseudonimo, i suoi racconti si ispirano a noti manga giapponesi, trovando ampio consenso tra le lettrici che la seguono con affetto da anni.





Titolo: Omega. L'armata dei ribelli

Autore: Max Peronti

Collana:  Fantasy

Editore: Astro Edizioni

ISBN: 978-8899768669

Pagine: 329

Data di uscita: 29 Maggio 2017

Prezzo: €13,90 (cartaceo) / €2,99 (kindle)

Link per l'acquisto: Amazon (cartaceo) / Amazon (kindle)



TRAMA

In pochi anni, il sanguinario imperatore Zorks ha sottomesso con la forza gran parte dei regni liberi di Panteia. Nessuno sembra in grado di fermarlo, finché dall’Alzania emerge un eroe dal volto sfigurato, che accende la fiamma della ribellione. È l’inizio della resistenza. In un mondo di intrighi di corte e tradimenti, un pugno di eroi partirà alla ricerca di alleati, combattendo epiche e cruente battaglie, ma soprattutto imparando a conoscersi nel profondo. Perché non esiste sacrificio, quando è compiuto per il bene più prezioso: la libertà.

L’AUTORE


Max Peronti, appassionato di storia militare antica e medioevale, si è laureato in Scienze strategiche nel 2002. Zaino in spalla, ha solcato i deserti dell’Iraq e dell’Afghanistan, le savane africane e le antiche terre dei celti. Chitarra e musica rock sono le sue compagne di viaggio, un dado a venti facce la sua bussola.





Titolo: Il segno della tempesta

Autore: Francesca Noto

Collana:  Fantasy

Editore: Astro Edizioni

ISBN:  978-8899768089

Pagine: 352

Data di uscita: 4 Aprile 2016

Prezzo: €14,90 (cartaceo) / €2,99 (kindle)

Link per l'acquisto: Amazon (cartaceo) / Amazon (kindle)




Ragnarök, il crepuscolo del mondo, si avvicina...


Chi legge questo romanzo viene catapultato altrove, in un mondo fantastico che nessuno ha mai osato avvicinare alla nostra realtà. Leggendolo mi sono ritrovata a vivere le emozioni dei miei 20 anni.”
Sale & Pepe, letture da gustare

Francesca Noto è una professionista della scrittura e questo si capisce immediatamente leggendo il suo romanzo d’esordio.”
Italnews

Per chi ama il genere fantasy questo romanzo ha tutti gli ingredienti per essere apprezzato. Benché sia un’opera autoconclusiva, rimane il desiderio di scoprire altro su questi personaggi che sicuramente potrebbero avere intriganti avventure che possano ancora lasciare i lettori con il fiato sospeso.”
Les Fleurs du Mal


TRAMA


Lea Schneider ha un dono, o forse una maledizione. Riesce a percepire con impressionante chiarezza le emozioni altrui. È sempre stato un fardello complicato da gestire, in grado di trasformare la sua adolescenza in un inferno. Anni dopo, le sue capacità tornano a manifestarsi con forza. In preda a strani sogni premonitori, Lea decide di fuggire verso la regione più selvaggia della Florida, dove è stata concepita vent'anni prima. Ciò che non sa è che quel viaggio - come il suo dono - fa parte di un disegno più grande. Chi è Sven, il ragazzo senza un passato e dotato di capacità ben più potenti delle sue? Nuove forze scoprono le carte di una partita antica, di cui i due giovani sono il fulcro.


L’AUTORE


Francesca Noto vive a Roma, dove è nata nel 1977, con il marito e due figlie. Laureata in lettere antiche con indirizzo archeologico, ha poi scelto di seguire il suo sogno di lavorare nella scrittura creativa ed è diventata una giornalista, editor e traduttrice professionista di narrativa. Appassionata fin da bambina di heroic fantasy, scherma medievale, equitazione, giochi di ruolo e videogiochi, ha iniziato a scrivere il suo romanzo d'esordio, Il segno della tempesta, nel periodo dell'università, per concluderlo e pubblicarlo nel 2016 con Astro Edizioni. Al momento sta scrivendo il suo secondo romanzo, un sequel stand-alone dal titolo I figli della tempesta, che uscirà per Astro Edizioni a ottobre 2017.