sabato 31 dicembre 2016

Il mio anno in libri!

Salve, lettori! Come state? Oggi è l'ultimo giorno del 2016, ed è anche la Noumenia, il primo giorno del mese di Gamelion, per me. Quindi, vi presento il mio anno in libri, con l'aiuto del mio fidato Goodreads!





Nel 2016 ho letto 77 libri, per un totale di 28.274 pagine. Ho letto pochino, ma sempre meglio di nulla, no? 


Per quanto riguarda i libri, il più corto è stato L'ultima danza di Emiliano Gambelli con 62 pagine, mentre il più lungo è stato La corona di Spade di Robert Jordan, letto (e non recensito) prima che aprissi il blog, con ben 880 pagine.









http://thereadingpal.blogspot.it/search/label/a%20cure%20for%20suicide
http://thereadingpal.blogspot.it/2016/07/recensione-4-thirteen-reasons-why-di.html
http://thereadingpal.blogspot.it/2016/08/recensione-10-secret-of-sleepy-hollow.html

http://thereadingpal.blogspot.it/2016/10/recensione-20-heres-thing.html
 

http://thereadingpal.blogspot.it/2016/11/recensione-30-il-segreto-dei-maghi.html

http://thereadingpal.blogspot.it/2016/11/recensione-34-sabriel.html

http://thereadingpal.blogspot.it/2016/12/recensione-44-luck-in-shadows.html
 





http://thereadingpal.blogspot.it/2016/11/recensione-33-matilde.html

https://www.goodreads.com/review/show/1583448472?book_show_action=false&from_review_page=1

http://thereadingpal.blogspot.it/2016/12/recensione-43-gala-cox.html
 

venerdì 30 dicembre 2016

Recensione #47 - Impronte degli Dei

L'ultima recensione dell'anno! E così siamo a 77 libri letti! Be', ho letto poco, ma è comunque abbastanza.

Titolo: Impronte degli dei. Alla ricerca dell'inizio e delle fine

Titolo originale: Fingerprints of the gods

Autore: Graham Hancock

Data di pubblicazione: 1996

Editore: Corbaccio

N° di pagine: 675

Prezzo: /

Link per l'acquisto: Amazon (altra edizione)

Trama: L'autore intraprende una ricerca ad ampio raggio per mettere insieme i pezzi dell'enorme e misterioso puzzle della dimenticata preistoria dell'umanità. Nelle antiche rovine di diverse popolazioni, come la Grande Sfinge d'Egitto, i misteriosi templi andini di Tiahuanaco e le maestose piramidi del Sole e della Luna del Messico, vengono alla luce non solo le chiare impronte di un popolo sconosciuto che prosperò durante l'ultima glaciazione, ma anche i segni di un'intelligenza superiore, in possesso di sofisticate tecnologie e dettagliate conoscenze scientifiche sulle ere cosmiche prima di qualunque civiltà sconosciuta. Mettendo insieme i miti e le leggende universali che contengono  la maggior parte delle testimonianze preistoriche in nostro possesso, Hancock scopre tracce di uno specifico linguaggio scientifico decodificando i risultati di millenni di accurate osservazioni astronomiche.
Con lo studio di antiche mappe - che mostrano come fosse la conformazione della Terra 12.000 anni fa - mette in evidenza il livello di precisione con cui erano state realizzate, uguagliato dai nostri cartografi solo nel XIX secolo. Hancock infine utilizza le tecniche più evolute e sofisticate di geologia e astronomia per dimostrare che la datazione convenzionalmente accettata i numerosi siti archeologici di eccezionale rilevanza potrebbe non essere corretta e che essi debbano essere considerati molto più antichi di quanto sia stato finora supposto. Le straordinarie scoperte di Hancock formano il nucleo di ciò che può essere una rivoluzione, un cambiamento drammatico e irreversibile nel modo di comprendere il nostro passato e di conseguenza noi stessi. Ma c'è di più, una premonizione probabilmente. Alcuni dei punti più allarmanti riguardano il tipo e l'intensità della catastrofe planetaria che deve essersi verificata per aver potuto distruggere tutte le tracce di una grande civiltà. Le prove di una simile catastrofe, insieme a quelle di molti altri eventi, sembrano essere sorprendentemente schiaccianti.





Non ero totalmente sicura che mi sarebbe piaciuto. Avevo la sensazione di qualcosa in stile "complottistico". Bene, non è così. Graham espone la sua teoria attraverso i miti e le leggende di tutti i popoli antichi e anche attraverso i monumenti da loro creati. C'è qualcosa di simile sia nei racconti tramandati sia nelle strutture fisiche che attraversano il globo, e Graham pensa che si possa ricondurre il tutto ad una unica cultura madre. Una cultura di cui però non si anno più tracce, scomparse da tempo. Attraverso le sue spiegazioni, le note, e riferimenti a scoperte, mappe, tesori archeologici ed altri test, Hancock ci guida nella spiegazione di questa sua (a mio dire possibilissima) teoria.
Il lavoro di Graham Hancock non è stato recensito dai suoi colleghi e non fa parte di nessuna raccolta accademica, ma questo dice solo parzialmente qualcosa.
 Di sicuro mancano dei dati essenziali, ad esempio ritrovamenti di questa civiltà scomparsa, ma come studiosa di storia so che testi che dovrebbero essere ben più recenti, secondo Hancock, non sono stati ritrovati e sono stati persi fino a prova contraria. Questo potrebbe valere anche per oggetti e/o corpi, in quanto, se avvero questa civiltà è esistita, non possiamo sapere come essa li ha conservati e, nel caso dei testi, non possiamo sapere se la loro fosse solo tradizione orale o meno.
Detto questo, la lettura è stata decisamente interessante. So che di Graham Hancock è stato pubblicato recentemente in italiano il "seguito" di questo libro, e penso che cercherò di procurarmelo nel nuovo anno.

giovedì 29 dicembre 2016

Recensione #46 - La Spia dei Maghi

Oggi vi presento la recensione del penultimo libro letto quest'anno!

Di Trudi Canavan ho letto la Trilogia del Mago Nero ed anche il prequel relativo alla serie. Le recensioni potete trovarle qui sul blog.


Titolo: La spia dei Maghi

Titolo originale: The Ambassador's Mission

Autore: Trudi Canavan

Data di pubblicazione: 2011

Editore: TEA (con licenza Nord)

N° di pagine: 494 (sono presenti anche un Glossario ed una guida al Gergo dei Bassifondi

Prezzo: €6,90

Link per l'acquisto: Amazon

Trama:  Il giovane Lorkin è cresciuto all'ombra di due genitori potenti. La madre, la maga Sonea, è famosa in tutto il regno di Kyralia per aver reintrodotto la potentissima magia nera; il padre, Lord Akkarin, morto prima che lui nascesse, è l'uomo che vent'anni prima era riuscito a sventare l'invasione dei perfidi maghi di Sachaka. E' quindi per dimostrare il suo valore che Lorkin si offre per scortare Lord Dannyl, il nuovo ambasciatore, nel regno rivale dove la popolazione cova ancora un profondo risentimento nei confronti dei kyraliani....


Con questo libro si torna ad Imardin, ma una ventina di anni dopo. Le cose sono cambiate, così come la città. Mentre nella corporazione ora sono ammesse anche persone di basso rango, c'è comunque una divisione tra maghi di famiglie nobili e maghi "bassotti".
La città non ha più i bassifondi, che senza l'Epurazione sono scomparsi: una parte della città è ancora abitata dalle persone più povere, ma l'altra parte dei bassifondi è stata pulita e restaurata. La Via dei Ladri non esiste più, proprio come l'alleanza tra di loro. Qualcuno, chiamato "il Cacciatore", sta uccidendo i Ladri ad uno ad uno. E tra la popolazione si sta diffondendo una cosa molto più pericolosa del bol, una droga chiamata "roet".
Leggendo il libro si percepisce subito che tutto è cambiato, alcune cose in meglio ed altre in peggio. Ritroviamo Sonea e Regin, ormai adulti, ma anche Rothen e Dannyl. Facciamo anche la conoscenza di Lorkin, il figlio di Sonea e Akkarin che alla fine della prima trilogia non era ancora nato.
Ed è proprio Lorkin il protagonista di questa storia: Dannyl diventa ambasciatore a Sachaka e Lorkin lo segue come suo aiutante. Seguiamo comunque Sonea e Cery che, assieme a Regin, cercano di rintracciare questo Cacciatore, che potrebbe o meno essere un mago, e a Sachaka le esperienze si dividono tra quelle di Dannyl e quelle di Lorkin, due personaggi completamente diversi.
Lorkin è un personaggio che non so se farmi piacere o meno: è spinto dal voler essere ricordato non solo per essere figlio di Akkarin e di Sonea, ma anche per qualche scoperta propria. Ed è questo che lo spinge ad andare a Sachaka con Dannyl... Ma allo stesso tempo disobbedisce alla madre e, ovviamente, si caccia nei guai.
Dannyl mi piaceva anche nella prima trilogia, e qui lo troviamo cambiato di poco... La coppia Dannyl/Tayend, con mio sommo rammarico, si può dire affondata, ma il sentore di un nuovo amore per Dannyl in quel di Sachaka...
Gli altri personaggi, seppur conservando alcuni tratti che li contraddistinguono sin dalla prima trilogia, sono anche. diversi. Regin, ad esempio, sembra maturato e non è più solo un ragazzino arrogante ed antipatico.
Per tutto il corso della storia siamo legati ad un'avventura su più fronti: se ad Imardin troviamo un mago fuorilegge che potrebbe essere anche un assassino, a Sachaka Lorkin viene rapito da un gruppo chiamato le "Traditrici", in una concatenazione di eventi che non lascia spazio ad interruzioni di sorta.
Detto questo, io ve lo consiglio e vi chiedo: voi lo avete letto? E cosa ne avete pensato?




mercoledì 28 dicembre 2016

WWW Wednesday #21

Salve, come state?

I lavori sono ancora in corso sul blog, ma il risultato per ora mi piace. Devo solo sistemare alcune cose! Nel mentre, ecco un nuovo appuntamento con il WWW Wednesday!

WWW Wednesday è una rubrica ideata dal blog Should be Reading con
l'intento di
riportarvi le nostre letture concluse, in corso e future.


-What are you currently reading?


Sto leggendo La Spia dei Maghi di Trudi Canavan. Fa sempre parte della saga dei Maghi ed è il primo della trilogia che segue la Trilogia del Mago Nero. Se tutto va bene, posto la recensione domani! E' il penultimo dei libri che voglio leggere entro la fine del 2016, e dovrei farcela.

Trama:  Il giovane Lorkin è cresciuto all'ombra di due genitori potenti. La madre, la maga Sonea, è famosa in tutto il regno di Kyralia per aver reintrodotto la potentissima magia nera; il padre, Lord Akkarin, morto prima che lui nascesse, è l'uomo che vent'anni prima era riuscito a sventare l'invasione dei perfidi maghi di Sachaka. E' quindi per dimostrare il suo valore che Lorkin si offre per scortare Lord Dannyl, il nuovo ambasciatore, nel regno rivale dove la popolazione cova ancora un profondo risentimento nei confronti dei kyraliani....








-What did you recently finish reading?


Ho recentemente finito Codex Innsmouth di Uberto Ceretoli, di cui potete leggere la mia recensione QUI.


Trama: Toro Seduto, Buffalo Bill, Annie Oakley, Whipple Van Buren Phillips: quattro individui straordinari che il Bureau of Investigation invia a Innsmouth, Massachusetts, per far luce sulla sparizione di due agenti del governo. Quando lo scoveranno, il Male che ha incancrenito il villaggio e i suoi abitanti terrà testa alla potenza del vapore, alla forza dell'acciaio e alla magia dei nativi.











-What do you think you'll read next?

Questo vorrei riuscire a recensirlo venerdì e terminare  così le mie letture per il 2016! Si tratta di Impronte degli dei di Graham Hancock. Non so cosa pensare di questo libro: ha una buona valutazione su Goodreads, sembra interessante, ma non so bene come prenderlo... Non sono altro che teorie, infondo.

Trama: L'autore intraprende una ricerca ad ampio raggio per mettere insieme i pezzi dell'enorme e misterioso puzzle della dimenticata preistoria dell'umanità. Nelle antiche rovine di diverse popolazioni, come la Grande Sfinge d'Egitto, i misteriosi templi andini di Tiahuanaco e le maestose piramidi del Sole e della Luna del Messico, vengono alla luce non solo le chiare impronte di un popolo sconosciuto che prosperò durante l'ultima glaciazione, ma anche i segni di un'intelligenza superiore, in possesso di sofisticate tecnologie e dettagliate conoscenze scientifiche sulle ere cosmiche prima di qualunque civiltà sconosciuta. Mettendo insieme i miti e le leggende universali che contengono  la maggior parte delle testimonianze preistoriche in nostro possesso, Hancock scopre tracce di uno specifico linguaggio scientifico decodificando i risultati di millenni di accurate osservazioni astronomiche.
Con lo studio di antiche mappe - che mostrano come fosse la conformazione della Terra 12.000 anni fa - mette in evidenza il livello di precisione con cui erano state realizzate, uguagliato dai nostri cartografi solo nel XIX secolo. Hancock infine utilizza le tecniche più evolute e sofisticate di geologia e astronomia per dimostrare che la datazione convenzionalmente accettata i numerosi siti archeologici di eccezionale rilevanza potrebbe non essere corretta e che essi debbano essere considerati molto più antichi di quanto sia stato finora supposto. Le straordinarie scoperte di Hancock formano il nucleo di ciò che può essere una rivoluzione, un cambiamento drammatico e irreversibile nel modo di comprendere il nostro passato e di conseguenza noi stessi. Ma c'è di più, una premonizione probabilmente. Alcuni dei punti più allarmanti riguardano il tipo e l'intensità della catastrofe planetaria che deve essersi verificata per aver potuto distruggere tutte le tracce di una grande civiltà. Le prove di una simile catastrofe, insieme a quelle di molti altri eventi, sembrano essere sorprendentemente schiaccianti.


Bene. Queste sono le mie letture, e le vostre?

martedì 27 dicembre 2016

News sul blog!





Salve! Come state?
Come avete visto il blog ha cambiato volto: sto cercando di modificarlo e di renderlo più "personale". Sto cercando di creare uno spazio un po' mio, di creare nuovi banner per le rubriche e per il blog stesso. Ringrazio in particolare Laura de La biblioteca di Eliza e Rosaria di Niente di Personale, che mi stanno aiutando in questa impresa in qui io sono davvero impedita e che mi consigliano in aree a me completamente sconosciute.
Quindi d'ora in poi troverete alcuni cambiamenti in meglio, grazie anche a loro!
Per ora, come vi sembra?

Per il nuovo anno ho pensato a quello da fare sul blog, ed infatti ho delle nuove idee, nuove rubriche. Alcune rubriche, come quella de Il Lettore di Fantasia, non ci saranno più se non sporadicamente. Altre, come quella di "Vi consiglio un libro..." verranno modificate, credo personalmente in meglio. 
Sono cominciate delle Reading Challenge, che mi accompagneranno per tutto il 2017, mano nella mano con gli esami universitari (oh che gioia). Io personalmente partecipo a quattro challenge, tre ideate da altre blogger e poi la solita, quella di Goodreads, che quest'anno ho portato a termine ma a cui voglio aggiungere altri due libri prima della fine del 2016.
Le challenge a cui partecipo sono: La ruota delle Letture, Leggendo Serialmente, e the Goose Reading Challenge. Vi consiglio di partecipare in quanto, seppur impegnative, sono molto belle e coinvolgono le persone. Intanto, troverete le mie recensioni relative ai vari obiettivi, se riuscirò a portarli a termine! (E vi giuro che è già un'impresa!!)

Per quanto riguarda il 2017, spero di poter partecipare a più eventi, anche se non ne sono certa, e di potervi rendere partecipi facendovi un riassunto.

Ci sentiamo domani con il WWW Wednesday!

lunedì 26 dicembre 2016

Haul di Natale?

Ciao! Come avete passato il Natale? Avete ricevuto dei regali libreschi?

Io personalmente ho ricevuto poca roba, ma alcune mie amiche straniere mi hanno mandato dei pacchi dai loro paesi e quindi non so cosa mi arriverà!

Questo è quello che ho ricevuto per ora:

https://www.instagram.com/p/BOaWMEgjC5N/?taken-by=thereadingpal&hl=en

I primi due libri di una serie di Zafon sono da parte di mia sorella! Li devo leggere per una challenge e mi fa comodo averli!

https://www.instagram.com/p/BOaYV3qD8DR/?taken-by=thereadingpal&hl=en

La collana con le rune Shadowhunter è da parte di una mia amica. Io non vedo l'ora di guardare la seconda stagione della serie TV!


https://www.instagram.com/p/BOaZCaoD15j/?taken-by=thereadingpal&hl=en

Questa è cioccolata calda, regalatami da un'altra amica. Molto gradita, anche se sono a dieta! 



Questo è quanto. So che le altre mie amiche mi hanno comprato dei libri, ed una mi ha fatto dei biscotti, quindi vedremo quando arriveranno!





domenica 25 dicembre 2016

Recensione #45 - Codex Innsmouth

Salve! Buon Natale a chi lo festeggia! Io oggi pubblico una recensione molto poco natalizia, ma ottima lo stesso!
Di questo libro vi avevo già parlato QUI, in quanto ero andata ad una presentazione.

La recensione è divisa in due parti, una riguardante il romanzo breve Codex Innsmouth ed una riguardante il racconto lungo Codename: Nokken.

Titolo: Codex Innsmouth

Autore: Uberto Ceretoli

Data di pubblicazione: 2016

Editore: Dunwich Edizioni

N° di pagine: 186 (CI + CN assieme alle relative appendici)

Prezzo: €11,90

Link per l'acquisto: Amazon

Valutazione:  e 1/2 su 5

Trama: Toro Seduto, Buffalo Bill, Annie Oakley, Whipple Van Buren Phillips: quattro individui straordinari che il Bureau of Investigation invia a Innsmouth, Massachusetts, per far luce sulla sparizione di due agenti del governo. Quando lo scoveranno, il Male che ha incancrenito il villaggio e i suoi abitanti terrà testa alla potenza del vapore, alla forza dell'acciaio e alla magia dei nativi.


La città era una carcassa piagata da incuria e intemperie:
numerosi tetti erano sfondati, avevano le travi spezzate, gli abbaini e i
comignoli crollati. Le poche case integre della periferia avevano giardini
trascurati, muri scrostati, vetri sudici.


L'autore ha preso alcune libertà storiche, come confermato da lui stesso nell'Appendice dedicata a Codex Innsmouth. Lo ha fatto con stile, creando una storia interessante e veloce da leggere non solo per la sua brevità, ma anche per come è scritta, senza troppi fronzoli, ed anche perché non si riesce a staccarsi dalla storia fino a quando non è finita. Ed in effetti, neanche quando si è davvero arrivati alla fine!

 In questa America steampunk, Bisonte Seduto, Annie Oakley e Buffalo Bill sono chiamati da Whipple Van Buren Phillips per una missione che potrebbe anche essere suicida. Nella città di Innsmouth stanno succedendo cose strane, si parla di creature provenienti dal mare, di culti misteriosi. E questi quattro personaggi, che non possono essere più diversi l'uno dall'altro, sono chiamati ad investigare, e a fermare questi esseri.
In un'ambientazione lovecraftiana che si immerge nella storia, ci troviamo a vivere un'avventura se non terrificante, almeno piuttosto strana.





















I rapporti tra i personaggi sono ben delineati, e così anche la storia, che segue un filo logico e che ci porta verso gli avvenimenti di Codex Gilgamesh, che io ho già avuto il piacere di leggere.

In particolare, il personaggio di Bisonte Seduto è quello che mi ha attirato di più, in quanto era il più particolare tra i quattro. Anche Buffalo Bill, nell'interpretazione data da Ceretoli, è un ottimo personaggio.

Nel complesso è stata un'ottima lettura, e detto sinceramente, ne voglio ancora!








Titolo: Codename: Nokken

Valutazione:


In questo racconto lungo, secoli prima dei fatti accaduti in Codex Innsmouth, i vichinghi approdati in America risvegliano le creature venute dagli abissi, e ne pagano poi le conseguenze. Nel 1886, Bryan, di cui chi ha letto Codex Gilgamesh ha già sentito parlare, arriva in America sotto la veste ufficiale di cacciatore di Sua Maestà, regina d'Inghilterra, e si ritrova ad affrontare anche lui quelli-degli-abissi
Era da un bel po' che volevo sapere di più su Bryan, in quanto in CG viene solo accennato, e sono rimasta abbastanza contenta. Lo trovo un personaggio più interessante rispetto ad Eudora, e anche il racconto in sé mi ha colpito di più rispetto a CG.

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate?


sabato 24 dicembre 2016

In Libreria #15

Buone feste a tutti!

come avete deciso di passarle? Io personalmente le passerò a studiare e a leggere.


NEWTON COMPTON


Titolo: I medici. Una regina al potere

Autore: Matteo Strukul

Data di pubblicazione: 12 gennario 2017

Link per l'acquisto: Amazon

Trama: Francia, 1536. Quando il delfino, Francesco di Valois, viene ucciso, la posizione di Caterina de’ Medici a corte si complica. È la prima a essere sospettata dell’assassinio. Ma Francesco I, sovrano di Francia, crede alla sua innocenza e anzi, la spinge a rafforzare la sua posizione in vista del momento in cui, al fianco di Enrico II, dovrà regnare. Caterina si sente però debole, e non solo perché il marito le preferisce l’amante, la bellissima e temibile Diana di Poitiers, ma anche perché non riesce ad avere figli. Convinta di essere vittima di una maledizione, incarica Raymond de Polignac, valoroso comandante dei picchieri del re, di trovare Nostradamus, personaggio oscuro e inviso a molti, ma noto per le sue abilità di astrologo e preveggente. Lui è l’unico che potrà aiutarla a diventare madre. Fra intrighi di corte, tradimenti, umiliazioni e soprusi, Caterina attende con tenacia, finché non darà alla luce il primo dei suoi figli. Alla morte di Francesco I, quando la guerra di religione incombe, Caterina, ormai regina, non esita a stringere alleanze pericolose, complici le profezie di Nostradamus. La violenza scatenata dai cattolici contro i riformati in seguito alla congiura di Amboise è solo l’inizio di un conflitto destinato a culminare nella tragica notte di San Bartolomeo, quando le strade della capitale s’imporporeranno del sangue degli infedeli e Caterina, reggente di Francia dopo la morte di Enrico II, perderà tutto ciò che ha amato...



GIUNTI


Titolo: La ragazza nell'ombra. Le sette sorelle

Autore: Lucina Riley

Data di pubblicazione: 4 gennario 2017

Link per l'acquisto: Amazon

Trama: Intrighi di corte, tradimenti e misteriose cospirazioni nel terzo, capitolo della saga. Dopo Maia e Ally, toccherà a Star, terza adottiva del magnate Pa' Salt, decifrare i misteriosi indizi che il padre le ha lasciato in eredità per scoprire le sue vere origini

venerdì 23 dicembre 2016

Recensione #44 - Luck in the Shadows


Salve! Come state? Oggi vi accolgo con una recensione. Volevo leggere questo libro da un bel po', e rientrava perfettamente nell'obiettivo per una Challenge, quindi l'ho scelto.

La Challenge per cui ho letto questo libro è:


https://goo.gl/J66kMs

La casella su cui sono capitata è la 7: "Biblioteca dei Ragazzi". Ho scelto l'obiettivo "Magia" che da 20 punti. E qua di magia ce n'è, eccome!


Titolo: Nighturnner book 1. Luck in the Shadows

Autore: Lynn Flewelling

Data di pubblicazione: 1996

Editore: Bantam

N° di pagine: 479

Prezzo: $7.99

Link per l'acquisto: Amazon

Valutazione: 

Trama: When young Alec of Kerry is taken prisoner for a crime he didn't commit, he is certain that his life is at an end. But the one thing he never expected was his cellmate. Spy, rogue, theif, and noble, Seregil of Rhíminee is many things - none of them predictable. And when he offers to take on Alec as his apprentice, things may never be the same for either of them. Soon Alec is traveling roas he never knew existed, toward a war he never suspected was brewing. Before long he and Seregil are embroiled in a sinister plot that runs deeper than either can imagine, and that may cost them far more than their lives if they fail. But fortune is an unpredictable as Alec's new mentor, and this time there just might be.. Luck in the Shadows.


No, thought Nysander, trust there certainly must have been,
and he had no doubt of Alec's loyalty, but there was something
else at work here. Seregil would never have involved a green boy
in the bulgary in Wolde if he himself had not sensed something
deeper in Alec's character and been taken with it. Apprentice
indeed!


Ho preso questo libro tempo fa in inglese, in quanto mi era stato consigliato da varie persone. 
La storia segue Alec, un ragazzo piuttosto timido e ingenuo a volte, che viene imprigionato e torturato per un crimine che non ha commesso. Nella cella c'è anche Seregil, che lo prende con sé quando scappa, pur non sapendo il perché lui stesso.
La fiducia tra i due cresce, e Seregil, pur tenendo molte cose per sé, comincia ad aprirsi con il giovane.
Durante l'irruzione in una casa Seregil ruba qualcosa di strano e particolare, che racchiude in sé una magia malvagia e potente, e che causerà in lui una malattia e lo lascerà segnato. 
Alec, con l'aiuto di Micum, rimane fedele all'amico e lo porta a Rhíminee, dove c'è l'unica persona che potrebbe aiutarlo: il mago Nysander, conoscente di vecchia data di Seregil. Anche lui, però, serba un segreto collegato direttamente all'artefatto rubato da Seregil...

Non voglio fare spoiler, ma leggendo questo libro vi troverete avvinghiati in una storia da cui non riuscirete ad uscire. Tra tipi diversi di magia, intrighi di corte, ed irruzioni in case altrui per sventare una guerra imminente, l'avventura è assicurata!

E per quanto riguarda i personaggi?

Seregil è uno dei personaggi più interessanti di cui ho mai letto fino ad ora. Serba tanti di quei segreti che sarebbe impossibile scoprirli tutti, ma alcuni vengono a galla nel corso del libro, e Alec si ritroverà coinvolto suo malgrado.
Alec, pur essendo timido ed impacciato, nonché abbastanza ingenuo, nel corso della storia cresce e migliora, imparando le basi di ciò che, grazie a Seregil e Nysander, diventerà.
Il rapporto tra i due è importante nella storia e si cominciano a vedere i tratti di qualcosa di più profondo di una mera amicizia.
Anche Micum è strano quanto Seregil, ed interessante proprio come tutti gli altri personaggi, ben costruiti e a tutto tondo.
Nysander serba dei segreti che di sicuro verranno fuori nel corso dei prossimi libri e creeranno problemi a tutti, soprattutto a Seregil ed Alec, per quanto ho capito.

Il mondo creato dalla Flewelling è variegato e complesso: da un unico regno ne sono saltati fuori tre, due dei quali sempre in guerra tra loro. Diverse creature convivono in queste terre: centauri, maghi, umani, Aurёnfaie...
E nei vari regni gli intrighi di corte e i tradimenti sono praticamente palpabili.

Il libro dovrebbe essere disponibile anche in italiano, edito da Nord, ma non sono sicura che abbiano tradotto l'intera serie!