giovedì 19 gennaio 2017

Recensione #55 - L'ombra del vento

Ciao! Oggi pubblico la recensione di questo libro letto per:


L'ho letto a tappe, per poter commentare il GDL annesso e poter confrontarmi con gli altri lettori!

Titolo: L'ombra del vento

Titolo originale: La sombra del viento

Autore: Carlos Ruiz Zafon

Data di pubblicazione: 2006

Editore: Mondadori

N° di pagine: 441

Prezzo:  €12,90 (cop. flessibile)

Link per l'acquisto: Amazon

Trama: Una mattina del 1945 il proprietario di un modesto negozio di libri usati conduce il figlio undicenne, Daniel, nel cuore della città vecchia di Barcellona al Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo in cui migliaia di libri di cui il tempo ha cancellato il ricordo, vengono sottratti all'oblio. Qui Daniel entra in possesso del libro "maledetto" che cambierà il corso della sua vita, introducendolo in un labirinto di intrighi legati alla figura del suo autore e da tempo sepolti nell'anima oscura della città. Un romanzo in cui i bagliori di un passato inquietante si riverberano sul presente del giovane protagonista, in una Barcellona dalla duplice identità: quella ricca ed elegante degli ultimi splendori del Modernismo e quella cupa del dopoguerra.




"No, ma credo che parlasse di te. Ha detto che esistono
carceri peggiori delle parole e poi, prima di spirare, mi ha
 chiesto di dirti di lasciarla libera."
Lo guardai perplesso.
"Di lasciar libera chi?"
"Una certa Penélope. Ho immaginato che fosse la tua fidanzata"


E' difficile recensire questo libro. Quando l'ho scelto tra le possibilità per la challenge, ho pensato due cose. La prima era che non era esattamente il mio genere di lettura. La seconda era che, comunque, ne parlavano tutti e volevo leggerlo anche io per farmi un'idea.
Sono felice di averlo fatto.
Zafon ha creato una storia complessa, una storia viva. Il protagonista è Daniel, che noi seguiamo fin da bambino. Orfano di madre, Daniel viene accompagnato dal padre in un posto molto particolare, il Cimitero dei Libri Dimenticati. Lì è pieno di libri salvati per miracolo e, quando il padre gli dice di sceglierne uno, Daniel porta a casa con se L'ombra del Vento di un certo Julian Carax. Crescendo, e avendo letto quel libro varie volte, Daniel diventa curioso riguardo all'autore, e cerca informazioni su di lui. Carax, però, è avvolto nel mistero, e Daniel non sa che la faccenda in cui lui si è invischiato senza rendersene conto è molto più grande di lui.
La storia è praticamente divisa in due: da una parte troviamo Daniel, che cresce sotto i nostri occhi, infatuandosi prima di Clara e poi di Bea e nel mentre segue le orme di Julian per Barcellona, cercando indizi su di lui; dall'altra troviamo Julian, innamorato di Penélope, la cui storia si fa sempre più chiara indizio dopo indizio, e di cui scopriamo l'infanzia e ciò che lo ha portato a scomparire totalmente dalla circolazione. Le due storie sono parallele quasi all'inverosimile... La storia di Julian è molto simile a quella di Daniel, avvenuta anni dopo. Ma avrà un finale molto diverso.
Ad aiutare Daniel nella ricerca di informazioni su Carax troviamo Férmin e Barcelò. Barcelò è un libraio, proprio come il padre di Julian... Férmin, invece, è molto più particolare e molto più di aiuto a Daniel. L'ho adorato come personaggio, e mi ha strappato una risata più di una volta.
 La storia di Férmin è collegata direttamente con Fumero, un ispettore di polizia senza scrupoli, che prenderà di mira anche Daniel. All'inizio non si capirà bene perché, ma poi tutto diventa chiaro. I destini di ognuno dei personaggi sono legati da un filo rosso, spesso e impossibile da tagliare.
Un altro personaggio importante è Nuria, l'unico collegamento vero e proprio con Julian, che però sembra non voler aiutare Daniel a scoprire di più su tutta questa faccenda. Non mi è piaciuta molto, il suo comportamento non è corretto né verso Daniel, né verso Julian e Miquel.
E, ad inquietarci, c'è un uomo. Un uomo completamente bruciato, che segue Daniel, e che si fa chiamare con un nome che Carax, nel suo romanzo, ha dato al Diavolo. Vuole la copia dell'Ombra del Vento di Daniel, per darle fuoco e distruggere così ogni ricordo di Carax. Per tutto il romanzo ci chiediamo chi sia, e quale sarà il suo ruolo, fino alla fine. Io avevo dei sospetti su chi fosse, e alla fine ho avuto ragione, ma il dubbio è rimasto fino a poche pagine dalla fine.
Scritto egregiamente, è stato un po' un dolore dovermi interrompere tappa per tappa, ma sono felice di essere arrivata alla fine e non vedo l'ora di leggere il secondo libro.


Nessun commento:

Posta un commento

lasciate un commento, sono sempre apprezzati!